Ultima modifica: 22 aprile 2018
Istituto Comprensivo Statale Copernico Corsico (MI) > Progetti > Costruire competenze in economia a scuola

Costruire competenze in economia a scuola

Finalità

Il successo scolastico e formativo di ogni alunno dell’istituto comprensivo Copernico di Corsico affinché si concretizzi nella realtà territoriale e trovi riscontro nelle statistiche scolastiche.

Obiettivo principale

Il successo scolastico e formativo di ogni alunno dell’istituto comprensivo Copernico di Corsico attraverso l’attivazione di attività coerenti con il piano di miglioramento 2016-2019.

1.1 Denominazione area e responsabile

AREA 1 X Progettualità
AREA 2 □ Coordinamento

Maestra
Maria La Vela

1.2 Titolo attività

Costruire competenze in economia a scuola

1.3 Gruppo destinatari

Alunni scuola primaria

1.4 Obiettivi specifici

  • Obiettivo 1 Ragionare di economia- individuare il nesso tra denaro e lavoro
  • Obiettivo 2 Individuare la natura come origine dei beni e cos’è il bene economico, differenza tra bene materiale e immateriale
  • Obiettivo 3 Riconoscere il denaro e capire la sua funzione sociale
  • Obiettivo 4 Comprendere la funzione dell’economia della condivisione e il concetto di dono

1.5 Risultati e indicatori

  • Risultato 1 (relativo all’obiettivo 1): Discutere sulle azioni quotidiane collegate all’economia familiare (il lavoro di mamma e papà, le spese familiari….)
    Indicatore: Proporre ai ragazzi alcune riflessioni sui fatti umani: lavorare, vendere e comprare
  • Risultato 2 (relativo all’obiettivo2): Esaminare la varietà dei bisogni umani, materiali e non. Per esempio, una canzone, una musica o un film si ascolta o si vede e si prova piacere, ma non si tocca, è immateriale
    Indicatore: Considerare che ad ogni bene esistente in natura o prodotto dall’uomo si da un valore economico.
  • Risultato 3 (relativo all’obiettivo 3): Ragionare sugli elementi che costituiscono il mercato:Il venditore o commerciante che vende un bene economico-La merce o bene economico, da comprare o da vendere-Colui che compra, cioè il consumatore.
    Indicatore: Pensare che Ognuno di noi fa parte del mercato( In quanto nel momento in cui vogliamo comprare una cosa che ci serve interveniamo sul mercato comprando quella cosa….)
  • Risultato 4 (relativo all’obiettivo 4): Ricercare il significato che il concetto di dono custodisce è riflettere sulla «circolazione delle cose» nella società.
    Indicatore: Comprendere l’importanza di una relazione funzionale tra il dono e lo scambio

1.6 Attività

  • Attività 1 (relativa al risultato 1) Grafici-problemi-cartelloni
  • Attività 2 (relativa al risultato 2) Discussione guidata dall’insegnante e ascolto di vari brani e visione di filmati
  • Attività 3 (relativa al risultato 3) Il gioco del mercato con la merce e i soldi- Intervista ai commercianti del quartiere
  • Attività 4 (relativa all’obiettivo 4) Il gioco del baratto e del dono

1.7 Cronogramma

  • Attività 1 – novembre /dicembre (in ottobre focus group con il dott. Silva)
  • Attività 2 – gennaio/febbraio (in febbraio partirà il corso di formazione per docenti circa 6 incontri con attestato MIUR)
  • Attività 3 – marzo/aprile-simulazione di copioni reali
  • Attività 4 – maggio/ fine scuola- messa in scena del tema trattato

1.8 Fonte di verifica

  • Vari materiali prodotti: fotografie, video, cartelloni,grafici, mappe concettuali…
  • Documentazione sugli apprendimenti di studenti con Bisogni Educativi Speciali

1.9 Metodologia e tecnologie di intervento

  • Metodologia operativa: osservazione,discussione,apprendimento e insegnamento cooperativo.
  • Tecnologie d’intervento: Lavoro di gruppo- il tutoring, l’apprendimento per scoperta- l’utilizzo di mediatori didattici, di attrezzature e ausili informatici,di software e sussidi specifici.

2.0 Risorse umane (con indicazione dei ruoli)

ins. La Vela Maria (referente) -dott. Silva Francesco (economista – Accademia del Lincei) – dott. Piccione Luca (bancario – Unicredit) – docenti vari

2.1 Beni e servizi

Lim – cartelloni- fotocopie- stereo – computer (in possesso della scuola) – fotocamera (in possesso dei docenti)

2.2 Fonti di finanziamento, stima dei costi

  • n. 1000 fotocopie circa (scuola)
  • Nessun costo per gli interventi esterni

Corsico, 27/09/2017