Ultima modifica: 22 aprile 2018
Istituto Comprensivo Statale Copernico Corsico (MI) > Progetti > Settimana della gentilezza e progetto gentilezza

Settimana della gentilezza e progetto gentilezza

Finalità

Il successo scolastico e formativo di ogni alunno dell’istituto comprensivo Copernico di Corsico affinché si concretizzi nella realtà territoriale e trovi riscontro nelle statistiche scolastiche.

Obiettivo principale

Il successo scolastico e formativo di ogni alunno dell’istituto comprensivo Copernico di Corsico attraverso l’attivazione di attività coerenti con il piano di miglioramento 2016-2019.

1.1 Denominazione area e responsabili

  • AREA 1 X Progettualità
  • AREA 2 □ Coordinamento
  • Coordinamento: Teresa Piergrossi (referente progetto)
  • Isabella Bonariva (referente Inf Malakoff)
  • Roberta Colloca (ref. Inf Papa Giovanni XXIII)
  • Arianna Mandolfo (referente Prim Copernico)
  • Paola Marianelli (referente Secondaria)
  • Ornella Todaro (referente Prim Curiel)
  • Tina Venturino (referente Inf Cabassina)

1.2 Titolo attività

La settimana della gentilezza e il progetto Gentilezza all’IC Copernico

1.3 Gruppo destinatari

I tre ordini di scuole e le diverse componenti scolastiche

1.4 Obiettivi specifici

Competenze

  • Valorizzare l’acquisizione di competenze di cittadinanza attiva

Obiettivo generale

  • Valorizzare le relazioni positive all’interno della scuola tra personale, docenti, studenti, famiglie come riscoperta di valori di buona convivenza civile, di composizione dei conflitti e di cittadinanza attiva e come antidoto a fenomeni di bullismo
  • Fornire una cornice di istituto alle azioni didattiche, relazionali e progettuali presenti nella scuola e dedicate allo sviluppo di competenze di cittadinanza attiva

Obiettivi specifici

  • Obiettivo 1 – Migliorare il clima all’interno delle classi
  • Obiettivo 2 – Favorire buone relazioni all’interno e tra le componenti scolastiche
  • Obiettivo 3 – Consolidare il senso di appartenenza alla comunità scolastica

1.5 Risultati e indicatori

Risultato 1 (relativo all’obiettivo 1)

Gli studenti dimostrano maggiore rispetto nei confronti degli ambienti, dei compagni e dei docenti

Accanto a forme tradizionali di apprendimento aumentano le occasioni di apprendimento collaborativo (“Imparare non è solo un processo individuale. La dimensione sociale dell’apprendimento svolge un ruolo significativo. In tal senso, molte sono le forme di interazione e collaborazione che possono essere introdotte (dall’aiuto reciproco all’apprendimento cooperativo, all’apprendimento tra pari), sia all’interno della classe, sia attraverso la formazione di gruppi di lavoro con alunni di classi e di età diverse.
(Miur, Indicazioni nazionali per il curricolo, 2012, p. 27))

Indicatore (relativo al risultato 1)

  • Maggiore capacità di rispettare tempi e bisogni altrui (turni di parola, aiuto tra pari, …)
  • Livello di pulizia delle classi (raccolta differenziata; cartacce per terra;…), rispetto dei tempi (es. mensa o uscita classi) migliorati.
    Conoscenza diffusa patto di corresponsabilità e regolamento disciplinare per la secondaria e minor ricorso a sanzioni
  • Aumento delle occasioni (durante la settimana, ma non solo) di apprendimento cooperativo e tra pari.
  • Riduzione graduale del tempo di risoluzione di conflitti tra studenti

Risultato 2 (relativo all’obiettivo 2)

  • Studenti: aumenta la consapevolezza che l’ambiente scolastico è luogo dove deputato alla lealtà, al rispetto, alla gentilezza, alla solidarietà e all’accoglienza della diversità
  • Componente docente: migliora la circolazione interna delle comunicazioni e della documentazione; migliora la collaborazione tra docenti della stessa classe e di classi, plessi e ordini di scuola differente
  • Tra componenti: migliora il flusso comunicativo tra le componenti con maggiore cura comunicazione esterna e partecipazione agli organi collegiali nel rispetto del ruolo di ciascuno

Indicatore

  • Richiamo reciproco sui valori tipici di una comunità scolastica basata sul rispetto, sull’inclusione e sulla valorizzazione di ciascuno
  • Uso delle Google suite e di Google drive per la condivisione di documenti e la facilitazione della comunicazione interna; aumentano occasioni di lavoro tra classi, plessi e ordini di scuola differente
  • Periodicità incontri direzione-genitori
  • Aumento partecipazione attiva genitori negli incontri collegiali

Risultato 3 (relativo all’obiettivo 3)

Si diffondono nella scuola simboli “gentili” e simboli che denotano l’appartenenza al comprensivo

Indicatore

  • Numero di simboli gentili prodotti e elementi che danno identità alla scuola (diario, logo, magliette, ecc.)
  • Coerenza grafica, comunicativa e stilistica della documentazione d’istituto.

1.6 Attività

Attività 1 (relativa al risultato 1)

  • Infanzia: Attività durante la settimana con lavori pratici, lettura di storie sull’integrazione, circle time con riflessione su gentilezza, simboli e gesti gentili
  • Primaria: Attività durante la settimana con lavori pratici, lettura di storie sull’integrazione, momenti di su gentilezza, simboli e gesti gentili
  • Secondaria: attività disciplinari con richiami al valore della gentilezza nella letteratura e nell’arte, preparazione di striscioni e dell’albero della gentilezza, visione e discussione di film a tema

Attività 2 (relativa al risultato 2)

  • Versante studenti: Attività in classi aperte – Apertura durante la settimana della gentilezza delle giornate con uno spunto (breve video o racconto o poesia) “gentile”
  • Versante docenti: Predisposizione Google suite a disposizione di ogni docente e personale ATA della scuola con indirizzi email specifici
  • Tra le componenti: Incontri serali a cura del Comitato genitori

Attività 3 (relativa al risultato 3)

  • Realizzazione simbolo “gentile” (Infanzia: collana con bottone-smile; Primaria: braccialetto con bottone-smile; Secondaria: portachiavi con bottone-smile) + striscione “I settimana della gentilezza ICS Copernico – 13-17 novembre 2017) + albero della gentilezza di plesso
  • Attività sul e con il territorio: (concerto gospel; spettacolo teatrale su uso corretto social; presentazione libri; coinvolgimento associazioni Comitati genitori, XXI donna; Legambiente, ecc.)

1.7 Cronogramma

La settimana della gentilezza si svolgerà da lunedì 13 a venerdì 17 venerdì secondo una scansione di massima di deliberare nel collegio del 23 ottobre

Il progetto Gentilezza si svilupperà con ulteriori azioni durante l’intero anno scolastico e durante particolari momenti (Festa di Natale, Carnevale, ecc.)

1.8 Fonte di verifica

  • Questionari di gradimento
  • Discussione e confronto/autovalutazione con studenti e famiglie

1.9 Metodologie e tecnologie d’intervento

  • Lavori di gruppo
  • Attività cooperative e tra pari
  • Learning by doing

2.0 Risorse umane (con indicazione dei ruoli)

  • Un docente referente di progetto e 6 docenti referenti di plesso con compiti organizzativi e di stesura del programma delle attività
  • Docenti delle classi per la realizzazione delle varie attività
  • Dirigente scolastico
  • Personale ATA
  • Genitori CdI e Comitato genitori

2.1 Beni e servizi

Uso LIM di classe per proiezione video

2.2 Fonti di finanziamento, stima dei costi

  • Materiale per realizzare i simboli gentili: spago colorato, 1500 bottoni gialli (dimensione da definire: ca. 70 euro), 500 moschettoni e/o anelli (ca. 100 euro)
  • Cartelloni e materiali vari per approntamento albero della gentilezza