Ultima modifica: 7 Gennaio 2019

Esperienze e passaggi

Torna al sommario del numero 1 di Scuola di carta

Elezioni CCR

Un viaggio in Comune

Verso fine ottobre, le classi quinte dell’Istituto Comprensivo Copernico hanno discusso con le insegnanti sul concetto di bene comune ed iniziato a preparare le candidature per il CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi) . Dopo alcuni giorni, in cui agli alunni si erano impegnati a studiare come creare un programma elettorale, sono giunti nelle classi degli specialisti di nome Pier Paolo e Michela che hanno spiegato meglio la faccenda del CCR.

Funziona così: gli alunni che si candidano, potranno essere eletti dagli altri e, chi verrà eletto, potrà partecipare ad alcune riunioni in Comune insieme agli eletti delle altre classi e ai consiglieri comunali.

Nelle classi c’è grande entusiasmo da parte dei bambini che sono ansiosi di vivere questa esperienza.

Questo è il parere di un candidato. Secondo me, essere eletto è un compito che spetta a quelli che lavorano tanto e che sacrificano il divertimento per essere presenti alle riunioni comunali.

Consiglio Comunale dei Ragazzi: un'idea di partecipazione

Scritto da Margherita Mariani, Lorenzo Zibelli ed Erica Palella

Torna al sommario del numero 1 di Scuola di carta

Passaggio esplorato

Un viaggio insieme

La classe 5C ha iniziato il progetto “Passaggio esplorato” fin dal primo giorno di scuola, per riflettere sul passaggio dalla scuola primaria alla secondaria.

Le maestre hanno usato diverse tecniche per farci capire il passaggio che stiamo affrontando. In giardino abbiamo piantato dei bulbi dentro a dei vasetti e ogni giorno siamo andati ad innaffiarli: la nascita delle piantine simboleggia la nostra crescita.
Abbiamo fatto anche delle barchette di carta, le abbiamo colorate e abbiamo scritto i nostri nomi su di esse. Poi le abbiamo attaccate su un cartellone a forma di barca che simboleggia il senso dello star bene insieme.
Infine, abbiamo preso delle scatole di scarpe, le abbiamo abbellite e dentro abbiamo messo tanti ricordi di questi anni di scuola, ad esempio, diari, astucci, carte ecc…

Fa parte di questo progetto anche il percorso teatrale che consiste nel creare alcuni movimenti, mentre il maestro Michele ci guida. Infatti, durante queste lezioni, ci esercitiamo su alcune mosse che mostreremo ai nostri genitori allo spettacolo di fine anno. E’ un’esperienza molto divertente e rilassante.

Scritto da Luca Barone e Lorenzo Malcotti

Torna al sommario del numero 1 di Scuola di carta